Perché fatti di biografie indicibili

Per gli appassionati di calcio, la lettura della biografia dei calciatori spesso influenza, motiva e fornisce incoraggiamento. Questo è il motivo per cui esistono i nostri dati sulla biografia non raccontata di Football !!

Il calcio come sappiamo non potrebbe mai estinguersi. Sebbene il modo in cui si gioca il gioco si sia evoluto nel corso degli anni, le affascinanti storie che non smette mai di generare risuonerebbero nei ricordi degli appassionati di calcio per generazioni.

Le storie che ruotano principalmente attorno a giocatori, manager e élite di questo sport sono avvincenti, toccanti, strabilianti e, naturalmente, qualsiasi aggettivo positivo che lettori, ascoltatori e spettatori possono evocare per descrivere i sentimenti evocativi che tali storie provano nella loro mente.

Lifebogger presenta storie avvincenti su calciatori, manager ed élite.
Lifebogger presenta storie avvincenti su calciatori, manager ed élite. Crediti immagine: LB.

Un fattore importante che rende le storie evocative risiede nel fatto che non sfuggono all'attenzione di piattaforme digitali professionali come Lifebogger che si specializza nell'arte letteraria e nobile di scrivere biografie centrate sul calcio.

At Lifebogger, siamo orgogliosi di essere la fonte digitale professionale di storie di calcio vere e non raccontate, che sono parte integrante delle interessanti biografie che presentiamo sui manager dei geni del calcio e sull'élite di tutto il mondo.

Lifebogger è una fonte digitale unica di storie calcistiche vere.
Lifebogger è una fonte digitale unica di storie di calcio reali. Credito di immagine: LB.

Riassumendo, questo articolo mira a dare al nostro pubblico un'idea completa di ciò che facciamo presentando fatti biografici non raccontati o meno conosciuti di calciatori, manager ed elite sotto rubriche che hanno la stoffa di una buona lettura.

Perché storie d'infanzia - Football Manager che non hanno giocato a calcio professionistico

Il calcio non smette mai di scatenare eccezioni a credenze e nozioni popolari. Una di queste nozioni presuppone che le persone che non hanno mai giocato a calcio professionistico non possano - nel peggiore dei casi - diventare manager del calcio o, nella migliore delle ipotesi, avere buone capacità manageriali.

Proprio come le credenze di cui sopra sembravano diventare fatti scientifici accertati, Maurizio Sarri è emerso dal blues per iniziare la sua carriera di allenatore negli 1990 con l'AC Sansovino della League inferiore mentre Andre Villas-Boas iniziato come assistente allenatore al Porto alla fine degli 1990.

Andre Villas-Boas e Maurizio Sarri non hanno giocato a calcio a livello professionale prima di iniziare l'allenamento.
Andre Villas-Boas e Maurizio Sarri non hanno giocato a calcio a livello professionale prima di iniziare l'allenatore. Crediti immagine: WAGNH.
Perché fatti di biografie indicibili - Giocatori di football che avevano problemi con i gestori

Le faide sono quasi impossibili negli sport di squadra, in particolare il calcio in cui le azioni dei giocatori sono influenzate dal "calore del momento". Mentre gli scontri occasionali o il comportamento aggressivo che i giocatori mostrano contro i loro avversari vengono liquidati come "comportamenti professionali" tattici, lo stesso non si può dire quando i geni del calcio portano il calore ai loro manager.

I tifosi del Barcellona non sarebbero pronti a dimenticare la lunga faida tra l'ex manager del club Pep Guardiola e in avanti Zlatan Ibrahimovich con quest'ultimo che racconta che Guardiola gli ha parlato solo due volte in 6 mesi. In una faida più complicata, i fan del Real Madrid sono stati divisi tra supporto Iker Casillas or Jose Mourinho quando il duo ha avuto una ricaduta su quello che l'allenatore ha percepito come un tradimento da parte del portiere spagnolo.

Zlatan Ibrahimovich e Iker Casillas hanno entrambi avuto lunghe e aspre faide con i loro manager di una volta.
Zlatan Ibrahimovich e Iker Casillas hanno entrambi avuto lunghe e aspre faide con i loro manager di una volta. Crediti immagine: LB.

Inoltre, non molti lo ricordano Di David Beckham l'atteggiamento prepotente al Manchester United un tempo guidava l'allenatore Alex Furgeson dare un calcio alla superstar. Le calzature hanno colpito Beckham sul viso, un incidente che ha catalizzato la sua eventuale trasferta al Real Madrid in 2003.

Perché fatti di biografie indicibili - Giocatori di football con il maggior numero di cartellini rossi

I colpevoli di questa categoria vanno dai difensori alle prese con i difensori del centrocampo, oltre ai giocatori eleganti che hanno una propensione alla violenza e mostrano aggressività alla minima provocazione. Di conseguenza, hanno registri disciplinari spaventosi che sono certificati da litanie di cartellini rossi.

Per iniziare con difensori che affrontano duramente, Sergio Ramos in cima alla classifica in quanto possiede il maggior numero di invii nella storia della Liga. Anche se in pensione, Steven Gerrad si colloca tra il centrocampista più rosso che ha camminato lungo il tunnel di Anfield per i primi bagni.

Steven Gerrad e Sergio Ramos si posizionano più in alto nell'elenco della maggior parte dei giocatori espulsi.
Steven Gerrard e Sergio Ramos si posizionano più in alto nell'elenco della maggior parte dei giocatori che manda via. Crediti immagine: LB.

Ci spostiamo in anticipo Diego Costa il cui stile di gioco aggressivo non smette mai di metterlo nei guai con gli arbitri ovunque vada. In realtà, viene percepito come un incidente in attesa che accada ogni volta che cerca di riprendere possesso dai difensori.

Perché fatti di biografie indicibili - Giocatori di football che sono poliglotti

Oltre a investire molto nell'allenamento per padroneggiare l'arte del bellissimo gameplay, alcuni giocatori hanno fatto di più per soddisfare i fan imparando la lingua delle loro comunità di club ospiti. Lo sforzo non solo ha migliorato l'acculturazione dei geni del calcio all'interno della loro comunità, ma li ha posizionati come favoriti per i ruoli amministrativi al momento del pensionamento.

Senza troppi indugi, i giocatori che conoscono così tante lingue includono il portiere Peter Cech chi parte il suo nativo ceco parla spagnolo, tedesco, francese e inglese. Da parte sua, Henrikh Mkhitaryan parla fluentemente armeno, portoghese, francese, italiano, russo, inglese e tedesco.

Ultimo ma sicuramente non meno importante Romelu Lukaku che dimostra di essere l'incarnazione perfetta di un “iperpoliglotto mentre parla non meno delle lingue 8. Includono francese, lingala, olandese, belga, congolese, swahili, spagnolo, inglese, portoghese e tedesco.

Romelu Lukaku, Henrikh Mkhitaryan e Peter Cech sono poliglotti impressionanti nel calcio.
Romelu Lukaku, Henrikh Mkhitaryan e Peter Cech sono poliglotti impressionanti nel calcio. Crediti immagine: LB.
Perché fatti di biografie indicibili - Giocatori di football e manager che hanno acquisito titoli di studio universitari

Come alcuni geni del calcio lo immaginano, la partecipazione attiva al calcio non inibisce il raggiungimento di grandi altezze accademiche, un'ideologia produttiva che li ha visti andare avanti per iscriversi ai diplomi universitari e laurearsi al completamento dei loro programmi.

Giocatore italiano Giorgio Chiellini in cima alla lista per la laurea presso l'Università di Torino con un Master in Business Administration. Per Juan Mata, avere due lauree - una nel marketing e l'altra nella scienza dello sport - non è abbastanza. Ha interessi nello studio della psicologia al momento della scrittura.

Nella categoria manager, lo sai Frank Lampard ha una laurea in latino mentre Vincent Kompany ha un master in economia aziendale presso la Alliance Manchester Business School? In effetti i calciatori potrebbero non avere una reputazione per l'intelligenza, ma i giocatori e i manager di cui sopra hanno contribuito immensamente a cambiare la narrazione.

Cervelli con talenti. Di LR Giorgio Chiellini, Vincent Kompany, Frank Lampard e Juan Mata
Cervelli con talenti. Da LR Giorgio Chiellini, Vincent Kompany, Frank Lampard e Juan Mata, Crediti immagine: LB.
Perché fatti di biografie indicibili - Proprietari di club più ricchi

La Premier League inglese è diventata un parco giochi per i miliardari che acquistano club e schizzano denaro a sinistra, a destra e al centro. Per quanto riguarda l'Europa, il proprietario del club più ricco come al momento della stesura è Sheikh Monsour, l'uomo che ha acquistato Man city.

Incontra Sheikh Monsour, il proprietario di club più ricco d'Inghilterra
Incontra Sheikh Monsour, il proprietario di club più ricco d'Inghilterra. Credito a Custode & IOnd

Oltre ad essere proprietario di un club, Sheikh è anche un reale degli Emirati che è il vice primo ministro degli Emirati Arabi Uniti, ministro degli affari presidenziali e membro della famiglia reale di Abu Dhabi. È il fratellastro del presidente degli Emirati Arabi Uniti, Khalifa bin Zayed Al Nahyan.

Dopo l'uomo più ricco del calcio arriva Joseph Joe Lewis un miliardario britannico non popolare che è il proprietario di Spurs.

Joe Lewis, proprietario di Spurs è uno degli uomini più ricchi del Regno Unito
Joe Lewis (a sinistra), proprietario di Spurs è uno degli uomini più ricchi del Regno Unito

Hai sentito parlare di Danial Levy, ma Joe Lewis è l'uomo dietro Spurs e quello che ha nominato Levy come presidente del club.

Finalmente lo è Roman Abramovich, che è noto al di fuori della Russia come proprietario del Chelsea FC È senza dubbio l'uomo che ha trasformato il Chelsea da una squadra della Premier League a un gigante europeo.

Roman Abramovich Childhood Story Plus Untold Biography Facts di LifeBoggerPer la maggior parte dei fan del Chelsea sia in Inghilterra che nel mondo, Abramovich ha dimostrato che è possibile comprare la felicità.

VERIFICA: Grazie per aver letto i nostri fatti biografici Why Untold. A LifeBogger, ci impegniamo per la precisione e l'equità. Se trovi qualcosa che non sembra giusto, per favore condividi con noi commentando qui sotto. Valuteremo e rispetteremo sempre le tue idee.

Caricamento in corso ...