Storia d'infanzia di Mauro Icardi, oltre a fatti di biografie indicibili

Storia d'infanzia di Mauro Icardi, oltre a fatti di biografie indicibili

LB presenta la storia completa di un genio del calcio meglio conosciuto con il soprannome; 'o cañito'. La nostra storia d'infanzia di Mauro Icardi oltre a una biografia incalcolabile I fatti ti offrono il resoconto completo degli eventi importanti della sua infanzia fino ad oggi. L'analisi coinvolge la sua storia di vita prima della fama, della vita familiare e di molti fatti poco noti su di lui.

Sì, tutti conoscono le sue abilità nel fare giochi, ma solo pochi fan considerano la biografia di Mauro Icardi una storia piuttosto interessante. Ora senza ulteriori addio, iniziamo.

La storia dell'infanzia Mauro Icardi e la biografia non raccontataPrimi anni di vita

Mauro Emanuel Icardi Rivero è nato il 19th di febbraio 1993 a Rosario, provincia di Santa Fe, in Argentina da Analia Rivero (Madre), e Juan Icardi (Padre).

Mauro è nato da una famiglia di emigrati che migrarono dall'Argentina alla Spagna. Nel 2001 la sua famiglia è stata costretta a emigrare in Spagna perché suo padre non riusciva a trovare un lavoro in Argentina. La famiglia Icardi decide di vivere nelle Isole Canarie, situate sulla costa dell'Africa nord-occidentale. Lì, suo padre trovò un lavoro come direttore di un ristorante.

Mauro, da ragazzo, non era molto interessato ad intraprendere il calcio come professione. In effetti, era suo padre che voleva che giocasse al gioco. Juan Icardi, il padre di Mauro, è stato interrotto prematuramente dalla carriera. Tuttavia, voleva che suo figlio ottenesse ciò che non poteva. Era sempre abituato a urlare a suo figlio ...'Mauro ... devi riuscire dove ho fallito io. È un must" 

La storia dell'infanzia Mauro Icardi e la biografia non raccontataInizio carriera

A causa del grande impulso del padre, il giovane Mauro è stato costretto a giocare a calcio quando aveva appena cinque anni a Sarratea, una squadra giovanile nel nord dell'Argentina.

Non sapeva che in realtà era la sua chiamata al destino.

Giocando per la squadra spagnola Unión Deportiva Vecindario, a Las Palmas, il piccolo Mauro segna più di 500 punti tra il 2002 e il 2008 e, anche se non è un top team famoso in tutto il mondo, una prestazione del genere attira molti head hunter e manager di top team Attenzione.

Fin dalla sua infanzia ha visto molte cose ma ha sempre amato giocare a calcio. "Non importa dove ha giocato, ha sempre segnato" dice Juan Carlos, suo padre.

Dopo aver analizzato molte opportunità, la famiglia Icardi ha deciso che quello di Barcellona cava era l'opzione migliore, permettendo a Icardi di continuare i suoi studi e di crescere a livello personale. Audace e risoluto, nella vita come nel gioco.

Nell'accademia giovanile di Barcellona, ​​ha perfezionato la sua tecnica e con 18 gol ha aiutato il gioventù B vincendo il titolo ma, proprio come è abituato a prendere decisioni rapide sul campo, con la stessa velocità in 2011 ha deciso che le idee tattiche di Pep Guardiola nella squadra principale - non c'è un classico ruolo numero nove - erano le stesse in squadre giovanili e quindi ha ripreso una grande occasione:

Icardi ha lasciato lo stato di sicurezza e globale di Barcellona per una seconda divisione (all'epoca) della squadra di calcio italiana. Fu venduto alla Sampdoria con una opzione di acquisto di euro 400.000. Ha raggiunto la promozione in Serie A in soli 6 mesi, giocando solo 79 minuti e segnando il suo primo gol in nazionale.

La storia dell'infanzia Mauro Icardi e la biografia non raccontataRising to Fame

Ha giocato la prima volta da titolare in Serie A con la Sampdoria.

Un giorno, mentre la Samp perdeva un gol e mancava un uomo dai 30 ′ del primo tempo, Mauro ha segnato due volte cambiando la storia della partita e facendo sapere al mondo che è nato un vero gioiello. Fu in quella stagione che Mauro divenne popolare, guadagnandosi un ruolo stabile nella squadra.

Diverse altre squadre hanno sviluppato un interesse per lui proprio come successo in 2008, quando Barcellona lo ha comprato da Las Palmas. La squadra vincente è stata l'Internazionale di Milano, che ha pagato 13 milioni di euro per il giocatore.

La storia dell'infanzia Mauro Icardi e la biografia non raccontataLa vita familiare

Prima di tutto, Mauro Icardi proveniva da una famiglia povera. Suo padre, Juan Carlos Icard era un macellaio professionista che ama gestire i ristoranti oltre a fare il suo lavoro di macellazione per provvedere alla sua famiglia, in particolare a suo figlio, nella prima parte della sua carriera.

Famiglia Mauro Icardi - Padre, Juan Carlos e Madre, Analia Rivero.
Famiglia Mauro Icardi - Padre, Juan Carlos e Madre, Analia Rivero.

Attualmente, è separato dalla sua molto più giovane moglie Analia Rivero. Quando si separarono, Juan Carlos Icard tornò a Rosario, dove vive accanto al suo figlio più giovane, Guido Icardi, che si prende molto cura di lui.

MADRE: La mamma di Mauro Icardi, Analia Rivero è giovane e molto bella. Ha dato alla luce suo figlio all'età di 17 anni. Mauro ha attualmente 24 anni e sua madre 41 al momento in cui scrivo.

Mauro Icardi e la mamma, Analia Rivero.
Mauro Icardi e la mamma, Analia Rivero.

FRATELLO: Il fratello di Mauro Icardi è Guido Icardi.

È uno a cui piace stare insieme e insieme a suo fratello e lo supporta se prende decisioni buone o cattive. Guido attualmente vive a Rosario dove si prende cura dei suoi genitori.

Tuttavia, lo addolorava che suo fratello non si preoccupasse tanto quanto lui di lui. Nelle sue parole, “Mauro non ha tanto rapporto con me quanto io con lui. Ma penso che mi ami come un fratello. Mi piacerebbe incontrare Francesca, sua figlia e dirgli che sono suo zio. Mauro ha una vita molto impegnata sia fuori che in campo ".

SORELLA: Ivana Icardi è la sorella di Mauro Icardi. È nata il 2 giugno 1995. È una orgogliosa sostenitrice della carriera di suo fratello.

Sorella di Mauro Icardi - Ivanna Icardi.
Sorella di Mauro Icardi - Ivanna Icardi.

È un'amante del suo animale domestico esotico: un coniglio grigio che chiama Calvin. Ivana Icardi lo porta ovunque vada. Ama anche il suo ragazzo, Luifa Galesio, mentre lo tagga insieme a Calvin nel suo post sui social media qui sotto.

Ivana ha partecipato una volta al popolare reality show di avventura del Grande Fratello in Argentina.

La storia dell'infanzia Mauro Icardi e la biografia non raccontataVita relazionale

La vita fuori dal campo di Mauro Icardi è stata oggetto di critiche negli ultimi anni. Ha vissuto una controversa relazione coniugale con Wanda Nara, ex moglie del suo buon amico ed ex compagno di squadra Maxi Lopez.

La controversa storia d'amore di Mauro Icardi.
La controversa storia d'amore di Mauro Icardi.

Il triangolo amoroso tra i due giocatori e l'argentino WAG Nara è stato smascherato nel novembre 2013, quando è stato rivelato che Icardi aveva fatto delle mosse alla moglie del suo ex amico mentre il loro matrimonio si era rotto.

L'attaccante dell'Inter Milan ha preso su Twitter per dichiarare: 'Ti amo [Wanda Nara], non sarà mai facile dire quello che sento, perché ho scoperto che quelle due parole (' ti amo '=' te amo 'in spagnolo) portano con sé un sentimento senza limiti!'

Il tweet ha coinciso con un'intervista rilasciata da Nara rilasciata da Revista People, in cui la modella ha rivelato: «Sono passati tre mesi da quando mio marito ha fatto sesso. Maxi mi ha trascurato. Sebbene abbia vissuto nel lusso, vivo anche con un dolore nascosto. 

'Penso che sia passato il tempo per me di salvare la mia famiglia. Non lotterò per i soldi, perché mi conosce. '

Da allora la coppia è diventata famosa per aver pubblicato dichiarazioni quasi quotidiane del loro amore sui social media e numerose foto di `` selfie ''.

Il matrimonio si è svolto a Buenos Aires davanti a soli 12 parenti (e lo sposo indossava dei jeans).

Nara ha mollato l'ex compagno di squadra e buon amico di Icardi Maxi Lopez per iniziare un'avventura con il 23enne nel 2013. Ora si prende cura dei tre figli di Lopez.

Lopez, che ha tre figli con Nara durante il loro matrimonio, ha poi rifiutato di stringere la mano a Icardi quando l'Inter ha affrontato la sua squadra del Torino.

Tutto è iniziato con un iPad-

Nel libro di Icardi, ha rivelato che Nara è entrata in contatto con lui per la prima volta mentre era ancora sposata con il suo migliore amico.

Si legge: “Il giorno prima di partire per un tour amichevole negli Stati Uniti, ho ricevuto un messaggio da Wanda.

“Sono rimasto sorpreso perché di solito parlavo con Maxi, non con lei. Mi ha chiesto se potevo acquistare un nuovo iPad negli Stati Uniti, non era ancora disponibile in Italia a quel tempo.

“Quell'episodio, però, mi ha fatto riflettere. Wanda voleva davvero quel tablet o stava cercando una scusa per mettersi in contatto con me?

“Quando sono tornato al Milan, una delle prime cose che ho fatto è stata di ritrovare Wanda. Dato che dovevo darle il nuovo iPad, quella sarebbe stata la scusa perfetta.

“Abbiamo mandato messaggi molte volte ed è stato in quel momento che abbiamo iniziato a parlare di noi un po 'più liberamente. Mi ha scritto: 'Mauro, noi [lei e Maxi Lopez] andiamo a fare un giro alle Isole Eolie con Gonzalo Bergessio e sua moglie. Perché non vieni con noi?

“Certo che volevo. Mentre ero solo al secondo piano della barca, sdraiato sul divano ad ascoltare un po 'di reggae, Wanda è venuta all'improvviso e si è seduta accanto a me, senza alcun imbarazzo. A quel tempo la sua relazione con Maxi Lopez stava finendo. "

Il resto, come si suol dire, è ormai storia. Nara è oggi una delle donne più potenti del calcio italiano ed è l'agente di Icardi. Wanda e Icardi non passano inosservati molto spesso quando escono in città. 

È stata lei la mente dietro a garantire a Icardi il suo secondo contratto con l'Inter che include un'enorme clausola rescissoria da 98 milioni di sterline.

Un periodo indimenticabile per Mauro Icardi quando mise alla luce Nara, il suo primo figlio. Con il suo record personale di gol in Serie A oltre ad essere stato padre per la prima volta con l'arrivo della preziosa figlia Francesca, Inter Channel ha colto l'occasione per parlare con l'attaccante dell'Inter:

“La nascita di Francesca è una grande gioia, è stato tutto bellissimo. Sono molto felice perché finalmente è arrivata la nostra principessa che abbiamo aspettato per 9 mesi. Sono stata in camera un'oretta, poi quando il dottore mi ha dato la possibilità di prenderla in braccio ho provato grandi emozioni, Wanda ha sofferto di più, ma ora posso riposarmi prima di tornare a casa.

Dicono che assomigli a suo padre, ma vedremo quando sarà più grande. Dedizione? Per lei ovviamente, anche se non so quando l'allenatore mi farà giocare, se domani o domenica. Il mio prossimo obiettivo sarà per la madre di questo bambino. "

La Love Story di Mauro Icardi è abbastanza simile a Cesc Fabregas che ha anche rivendicato la moglie di un altro uomo. È abbastanza diverso da Robert Lewandowski, Radamel Falcao e Antonio Griezmann chi ha trovato la loro donna e si è sposato senza problemi.

La storia dell'infanzia Mauro Icardi e la biografia non raccontataFatti del tatuaggio

Il controverso rapporto di Mauro Icardi con Wanda Nara, l'ex moglie del suo migliore amico e compagno di squadra Maxi Lopez, ha letto come la soap opera peggiore.

Uno dei migliori episodi è riuscito notevolmente a raggiungere un nuovo minimo dopo che l'attaccante dell'Inter ha deciso di farsi tatuare i tre figli dell'ex migliore amico sul braccio.

Icardi dopo essersi tatuato la mano ha twittato il suo nuovo inchiostro, con il messaggio: "Amo questi tre angioletti".

Lopez ha reagito; 'Posso capire che, essendo un personaggio pubblico, pubblica foto. Ma non mi sento a mio agio con i miei figli in quelle foto ", ha detto Lopez a Sky Sport. Ha aggiunto: "I bambini sono la mia forza ... e sanno che farò di tutto per proteggerli perché significano tutto per me."

Ora, ecco che arriva il tatuaggio più potente di tutti. Il tatuaggio del leone gigante che rappresenta la sua figura nel campo di gioco. Icardi ha condiviso l'immagine sul suo account Instagram e ha dichiarato: "Dopo tre giorni e cinque mesi, sembra buono".

Arturholykoi è il nome del tatuatore di Icardi.

La storia dell'infanzia Mauro Icardi e la biografia non raccontataContrassegnato come un 'traditore'

Il talentuoso attaccante dell'Inter ha subito molte critiche per il suo ruolo nella rottura del matrimonio di Nara e Lopez. Di recente, Diego Maradona ha fatto una guerra di parole con Mauro Icardi, etichettando il capitano dell'Inter come un "traditore".

Quando gli è stato chiesto di dare una visione della vita coniugale del suo uomo di campagna, ha detto; "Non parlo di traditori". 

Icardi non era un tipo da sedersi e prendeva l'insulto sottovoce, come ha anche fatto una risposta feroce, sostenendo che la leggenda argentina amava creare confusione dalle situazioni.

E non finisce qui perché anche l'ex allenatore dell'Inter, Frank De Boer, si è unito alla battaglia per difendere il suo giocatore affermando che la risposta di Icardi alla leggenda del Napoli era la cosa giusta da fare.

La cosa sorprendente è; Niente di tutto ciò ha influito sulla forma di Icardi, poiché ha continuato a segnare gol sorprendenti per il suo club.

La storia dell'infanzia Mauro Icardi e la biografia non raccontataScontrandosi con i suoi stessi fan

In una partita di Serie A in trasferta contro il Sassuolo in 2015, l'Inter ha ricevuto un'umiliante sconfitta dai pesciolini. Icardi è stato presentato come sostituto nel secondo tempo, con i nerazzurri che hanno perso due gol. L'argentino ha segnato uno per l'Inter, ma un rigore 83rd minuto di Sassuolo ha chiuso la partita.

Dopo la partita, molti giocatori dell'Inter sono andati vicino agli spalti per ringraziare i fan per il loro supporto. Icardi, tra gli altri, ha gettato le loro maglie tra la folla nel processo. Tuttavia, un numero di camicie è stato lanciato ai giocatori dai tifosi scontenti che hanno assistito alla seconda sconfitta consecutiva della loro squadra.

Icardi, in particolare, era furioso per l'atto e inveiva contro i fan per la rabbia. Doveva persino essere trattenuto dal capitano Andrea Ranocchia mentre la sua testa andava oltre l'ebollizione. Capo dell'Inter Roberto Mancini ha criticato l'argentino affermando di essersi sbagliato. Tuttavia, ha anche minimizzato la questione dicendo: "Gli ho detto che non sarebbe dovuto andare sugli spalti perché c'era solo da aspettarsi che i fan si sarebbero arrabbiati".

La storia dell'infanzia Mauro Icardi e la biografia non raccontataRecord punteggio obiettivo

È il settimo argentino a conquistare il titolo di capocannoniere, entrando in un circolo molto esclusivo che conta grandi nomi di tutti i tempi come Enrique Omar Sivori, Diego Maradona, Gabriel Batistuta e Crespo tra gli altri. Mauro Icardi ha vinto la Scarpa d'Oro di Serie A all'età di 22 anni.

Mauro Icardi, è senza dubbio un'arma letale negli ultimi 15 metri. Detiene anche un altro record come uno dei migliori attaccanti del mondo che ha segnato 51 volte in soli 95 tentativi. Quasi un gol ogni due tentativi.

La storia dell'infanzia Mauro Icardi e la biografia non raccontataFatti capitanati

Mauro è stato nominato capitano dell'Inter da un allenatore esperto Roberto Mancini. È il più giovane capitano dell'Inter negli ultimi anni 50. La grande domanda che le persone hanno posto è; Perché Mauro Icardi ha avuto il ruolo di Capitanato?

Roberto Mancini gli ha dato il ruolo perché lo ha visto come il migliore nelle seguenti qualità. Mauro è stato il più professionale durante l'allenamento. Ha la massima concentrazione ed è il lettore veloce di un gioco. Questo somma la sua maturità nel campo.

e - una delle sue migliori caratteristiche - un corridore molto veloce. Mentre è solo sulla soglia di diventare 23 anni, la sua maturità dentro e fuori dal campo è davvero impressionante.

La storia dell'infanzia Mauro Icardi e la biografia non raccontataStile di gioco

Icardi è un attaccante veloce, tatticamente intelligente e fisicamente forte. È caricato con una buona tecnica, movimento d'attacco, posizionamento e occhio per il gol. È uno che opera principalmente nelle zone centrali all'interno dell'area di rigore.

Inoltre, Icardi è un finisher preciso ed efficiente con la testa e entrambi i piedi all'interno della scatola, è noto per la sua capacità di segnare da pochi tocchi, anche se può anche tenere la palla in modo da creare spazio o possibilità per i suoi compagni di squadra .

Questo è il motivo per cui è stato soprannominato El Niño del partidoO cañito.

Sottoscrivi
Notifica
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti