La storia dell'infanzia di Claudio Marchiso, oltre a fatti di biografie indicibili

La storia dell'infanzia di Claudio Marchiso, oltre a fatti di biografie indicibili

LB presenta la storia completa di un Football Genius meglio conosciuto con il soprannome "Il piccolo Principe". La nostra storia d'infanzia di Claudio Marchisio, oltre a un'informale biografia, vi offre un resoconto completo degli eventi importanti della sua infanzia fino ad oggi. L'analisi coinvolge la sua storia di vita prima della fama, del background familiare, della vita relazionale e di molti altri fatti fuori campo (poco conosciuti) su di lui.

Sì, tutti conoscono la sua impareggiabile lealtà alla Juventus FC, ma solo pochi considerano la biografia di Claudio Marchisio piuttosto interessante. Ora senza ulteriori indugi, iniziamo.

La storia dell'infanzia di Claudio Marchisio, oltre a fatti di biografie indicibili -Primi anni di vita

Claudio Marchisio è nato il 19 gennaio 1986 a Torino, Italia. Era nato da un padre Stefano Marchisio (un uomo d'affari) e da sua madre, Anna Zimmardi (che ha aiutato il marito nella conduzione della sua attività).

Cresciuto a Torino, il giovane Claudio è stato attivamente coinvolto nel calcio. Il suo amore per lo sport potrebbe essere considerato un patrimonio di famiglia grazie al fatto che tutta la sua famiglia era una strenua sostenitrice della Juventus FC

È stato naturale che il sostegno dei genitori di Claudio alla Juventus FC si sia spinto su di lui visto che in poco tempo è diventato un assiduo spettatore di tutte le partite, (grazie agli abbonamenti procurati dai suoi genitori) e molto più tardi è diventato un raccattapalle al Delle Alpi. Stadio di Torino.

La storia dell'infanzia di Claudio Marchisio, oltre a fatti di biografie indicibili -Accumulo di carriera

Man mano che il vino ha un sapore migliore con Age, l'interesse di Claudio per il calcio è diventato intenso con il tempo, uno sviluppo che ha portato alla sua iscrizione al club sportivo satellite della Fiat, ora noto semplicemente come Sisport. È stato a sisport che Claudio ha messo in scena prestazioni impressionanti che hanno catturato l'attenzione degli scout della Juventus che gli hanno assicurato un posto nelle giovanili del club quando aveva sette anni.

Mentre Claudio impegnava la sua passione per il calcio alla Juventus Youth club, è stato in grado di esibirsi bene in ambito accademico e in pochissimo tempo è arrivato al punto in cui ha dovuto prendere in considerazione l'acquisizione di competenze professionali come Geometra nel caso in cui non potesse giocare a calcio con la prima squadra del club.

Tuttavia, i suoi timori non si concretizzarono come allenatore della Juventus in quel momento, Fabio Capello gli diede motivi per mantenere viva la sua speranza attraverso una serie di convocazioni per allenarsi con la prima squadra del club durante la stagione 2004-2005.

La storia dell'infanzia di Claudio Marchisio, oltre a fatti di biografie indicibili -Rise To Fame

Dopo una serie di allenamenti con la prima squadra della Juventus, a Claudio è stato assegnato un numero di maglia e inserito nelle amichevoli preseason del club. Successivamente, è stato promosso alla Juventus First team e gli è stata assegnata la maglia numero 15.

La promozione di Claudio ha portato buone notizie in quanto la sua carriera non è andata da nessuna parte ma è salita. Gli sforzi successivi lo hanno visto in prestito per aiutare l'Empoli a evitare la retrocessione e tornare alla Juventus al top della forma per aiutare la sua squadra durante la stagione 2008-2009.

Le sue impressionanti esibizioni hanno attirato l'attenzione di molti tra cui l'attaccante della Fiorentina Stefano Borgonovo che ha scritto la sua opinione su Claudio Marchisio in un articolo sportivo. Legge:

"Marchisio ha tutto quello che serve per giocare ai massimi livelli ... [Lui] ha personalità, mi ricorda il grande Marco Tardelli".

Il resto, come si suol dire, è storia.

La storia dell'infanzia di Claudio Marchisio, oltre a fatti di biografie indicibili -Vita relazionale

Per un giocatore che sembra essere indispensabile per la sua squadra e la nazionale, Marchisio ha preso del tempo dai suoi impegni calcistici per costruire un rapporto sano che è sfociato nel matrimonio.

Il genio del calcio ha incontrato sua moglie, Roberta Sinopoli in 2006 in un centro medico dove ha cercato di guarire da una ferita. Secondo un'intervista rilasciata da Claudio in 2007, il loro incontro è stato amore, a prima vista, aggiungendo che la loro relazione è arrivata a un punto che non poteva immaginare di vivere senza di lei.

Non passò molto tempo prima che si trasferissero insieme e legassero il nodo insieme nel giugno 2008.

La coppia è rimasta sposata da allora e la loro unione è benedetta da due figli; Davide è nato ad agosto 2009 e Leonardo sono nati a marzo 2012.

Per mostrare la portata dell'amore che ha per sua moglie, Marchisio ha tatuato il compleanno di sua moglie all'interno del suo braccio, che bacia sempre per celebrare ogni gol segnato.

La storia dell'infanzia di Claudio Marchisio, oltre a fatti di biografie indicibili -Fatti di personalità

Degno di emulazione da parte dei giovani calciatori è la personalità che Claudio Marchisio porta nel campo del gioco, un portamento esteriore che caratterizza la sua vita a Torino, dove è basato.

È calmo e mostra una maturità eccezionale indipendentemente dalla situazione in cui si trova. Di conseguenza, nessuno ha trovato motivo di avere un problema con il suo temperamento.

Inoltre, i suoi 10 anni di vita coniugale hanno molto da dire sulla sua ineguagliabile lealtà, che è evidente anche dalla sua determinazione a dedicare la sua giovinezza e la sua giovinezza alla Juventus passando dall'essere conosciuto come "Il Piccolo Principe" a "Il Principe".

La storia dell'infanzia di Claudio Marchisio, oltre a fatti di biografie indicibili -Confronto con Marco Tardelli 

È normale che i tifosi di calcio confrontino il loro attuale idolo calcistico con giocatori simili che esistevano in un'altra epoca, uno sviluppo a cui le attuali stelle del calcio si oppongono secondo gli onori a cui vengono confrontati.

Claudio non fa eccezione. È stato costantemente etichettato come Marco Tardelli, un centrocampista eccezionale che ha svolto la stessa funzione di centrocampo di Claudio negli anni '1970 e '1980 e condivideva la stessa maglia.

Claudio ha però ignorato il confronto insistendo sul fatto che il suo stile di gioco non ha nulla a che fare con Tardelli.

“No, non voglio diventare Tardelli. Voglio solo diventare un grande giocatore della Juventus e mi impegno in questo ”.

La storia dell'infanzia di Claudio Marchisio, oltre a fatti di biografie indicibili -Ragione dietro il suo soprannome

Claudio Marchisio è stato conosciuto da due varianti di titoli principeschi progressisti. Portiamo dettagli sui suoi soprannomi.

Iniziando, fu inizialmente conosciuto con il soprannome Il Principino ( 'Il piccolo Principe“) Dai suoi compagni di squadra che hanno ammirato il modo in cui si vestiva e si componeva sul campo di gioco nei primi giorni della sua carriera. Il soprannome è stato successivamente reso popolare dal suo commentatore di calcio tifoso del club Claudio Zuliani.

Con il passare del tempo Claudio Marchisio ha raggiunto uno status di eroe tra i fan che consideravano il "Il piccolo Principe"Per non essere la descrizione perfetta del loro fantastico centrocampista. Così, divenne noto come "Il principe".

La storia dell'infanzia di Claudio Marchisio, oltre a fatti di biografie indicibili -Altri fatti

  • Claudio Marchisio non fuma e non ha mai fumato sigarette.
  • È stato eletto miglior giocatore della Juventus in 2009.
  • È anche conosciuto con il soprannome di "De Rossi di Torino" per lo stile di gioco simile e il background professionale che condivide con il suo compagno di squadra nazionale  Daniele De Rossi of Roma.
  • È stato nominato nel Serie A squadra dell'anno sia in 2011 che in 2012.
  • Claudio ha un debole per fare agenti fuori dai parenti. Ciò è evidente dal fatto che suo padre, Stefano Marchisio, continua ad essere l'agente dei suoi figli al momento di questo incarico.

VERIFICA: Grazie per aver letto la nostra storia d'infanzia di Claudio Marchisio, oltre a fatti di biografia non raccontati. A LifeBogger, ci impegniamo per l'accuratezza e l'equità. Se vedi qualcosa che non sembra corretto in questo articolo, inserisci il tuo commento o contattaci!

Sottoscrivi
Notifica
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti