La storia dell'infanzia di Gabriel Batistuta, oltre a fatti di biografie indicibili

La storia dell'infanzia di Gabriel Batistuta, oltre a fatti di biografie indicibili

LB presenta la Full Story di una Goal Machine più conosciuta dal Nickname; "Batigol". La nostra storia d'infanzia di Gabriel Batistuta, oltre a fatti di biografie indicibili, ti offre un resoconto completo degli eventi importanti della sua infanzia fino ad oggi.

L'analisi coinvolge la sua storia di vita prima della fama, della vita familiare e di molti fatti poco conosciuti su di lui. Ora, senza ulteriori addii, cominciamo.

Gabriel Batistuta Childhood Story Plus Untold Biography Facts -I primi anni

Gabriel Omar Batistuta è nato il 1 febbraio 1969 ad Avellaneda, in Argentina, da Osmar Omar Batistuta (padre) e Gloria Zilli (madre). È l'ultimo nato e l'unico figlio dei suoi genitori.

Da piccolo, il suo migliore amico era sua madre. C'erano 5 e 6. C'era una tenera tenerezza nell'amore che Gloria aveva per il suo piccolo figlio, Gabriel. Poco sapeva che diede alla luce la più grande macchina dell'argentino.

Gabriel Batistuta e sua madre, Gloria.
Gabriel Batistuta e sua madre, Gloria.

Sebbene fosse il tipo giocoso durante i suoi giorni d'infanzia. Gabriel Batistuta è cresciuto imparando alcuni hobby folli. Come su come cavalcare i cavalli anche mentre si muovono. Ha persino lanciato le capriole mentre era su di loro. È diventato famoso nel suo quartiere grazie alle sue abilità acrobatiche.

Gabriel Batistuta Childhood Photo- The Acrobat Master.
Gabriel Batistuta Childhood Photo- The Acrobat Master.

Mentre a scuola, Gabriel Batistuta poteva attaccare con tutte le attrezzature del parco giochi della scuola. Il suo preferito era il Bipod Swing. Ne lascia a malapena una volta conquistato durante le pause e gli orari di chiusura.

Infanzia di Gabriel Batistuta - Il ragazzo Swing.
Gabriel Batistuta Childhood - The Swing boy.

Gabriel Batistuta Childhood Story Plus Untold Biography Facts -Alla scoperta dello sport

Oltre ad essere giocoso, non c'era alcuna relazione con il calcio fin dai tempi della sua infanzia. Idealmente, Gabriel non ha sviluppato un interesse nel calcio all'inizio. Era più nei suoi studi accademici che negli sport. Gabriel Batistuta era uno studente di scienze che una volta sognava di diventare un medico. Da bambino, poteva passare ore nel laboratorio di scienze.

Foto d'infanzia di Gabriel Batistuta - Accademici.
Foto d'infanzia di Gabriel Batistuta - Accademici.

Da giovane, preferiva altri sport rispetto al calcio in seguito sceglie di seguire. Gabriel Batistuta era alto per la sua età e amava particolarmente il basket. È stato l'amore per il basket che lo ha portato ad interessarsi allo sport in generale.

Ha giocato a basket fin dalla tenera età fino alla 1978 FIFA World Cup, quando la sua passione per il calcio ha iniziato a svilupparsi dopo aver visto l'Argentina vincere il torneo. Letteralmente, aveva pochissimo interesse per quella che sarebbe diventata la sua futura professione fino a quell'anno 1978.

Quell'estate, l'Argentina ospitò la Coppa del Mondo. Batistuta fu affascinato mentre guardava La Albiceleste ha superato le difficoltà per vincere il torneo. Da quel momento decise di dedicarsi allo sport e si unì a un club locale con alcuni dei suoi amici.

Le prime esibizioni di Batistuta lo hanno dimostrato un talento grezzo, che possedeva pochissime abilità tecniche. Nondimeno, Newell's Old Boys credeva che sarebbe stato un giocatore speciale e gli offrì un contratto professionale.

Gabriel Batistuta Childhood Story Plus Untold Biography Facts -La vita familiare

PADRE: Il signor Osmar Omar Batistuta è il padre di Gabriel. È di origine islamica / araba / ottomana. È stato responsabile dell'ingresso di suo figlio nella squadra di calcio Alhariabi SC in Qatar durante l'ultima serie della sua carriera (2003-2005).

I genitori di Gabriel Batistuta (padre) - Osmar Omar.
I genitori di Gabriel Batistuta (padre) - Osmar Omar.

SORELLE: Gabriel Batistuta è l'unico figlio della sua famiglia. Ha tre sorelle: Elisa (a sinistra), Gabriela e Alejandra (a destra).

Le sorelle di Gabriel Batistuta.
Le sorelle di Gabriel Batistuta.

Gabriel Batistuta Childhood Story Plus Untold Biography Facts -Vita relazionale

All'età di 16, incontrò Irina Fernández, la sua futura moglie, da lei Quinceañera, un rito di passaggio per il suo compleanno 15th. A 28 di dicembre 1990, si sono sposati a Saint Roque Church.

La coppia si trasferì a Firenze, In Italia, in 1991, e un anno dopo è nato il loro primo figlio, Thiago.

Gabriel Batistuta Moglie e Primo Figlio, Thiago.
Gabriel Batistuta Moglie e Primo Figlio, Thiago.

Grazie alle buone prestazioni nel campionato italiano e con la nazionale argentina, Batistuta ha guadagnato fama e rispetto. Ha girato diversi spot pubblicitari ed è stato invitato a numerosi programmi TV, ma nonostante questo, Batistuta è sempre rimasto un uomo di famiglia di basso profilo.

Nel 1997 è nato il secondo figlio di Batistuta, Lucas, seguito da un terzo figlio, Joaquín, nel 1999.

Foto di famiglia di Gabriel Batistuta.
Foto di famiglia di Gabriel Batistuta.

Il suo quarto figlio di nome Shamel è nato in 2000. Quello fu l'anno in cui Batistuta e la sua famiglia si trasferirono a Roma, dove suonò Roma. Due anni dopo la nascita di Shamel, Batistuta è stato prestato all'Inter.

Gabriel Batistuta Childhood Story Plus Untold Biography Facts -Soprannome

Gabriel Batistuta ha ottenuto tre soprannomi finora nella sua vita. Il primo nickname è "Batigoal". È una combinazione del suo nome e della sua capacità di segnare il goal. Secondo is "El Ángel Gabriel". Questo nome deriva dal suo primo nome "Gabriel". 'Angelo' è stato aggiunto a causa dei suoi obiettivi che hanno salvato l'Argentina in numerose occasioni. Infine, ha ottenuto "Re Leone" come nickname Questo è a causa del suo "Re Leone" Come sembra.

Storia di Gabriel Batistuta - L'uomo con il cuore di un leone.
Storia di Gabriel Batistuta - L'uomo con il cuore di un leone.

Gabriel Batistuta Childhood Story Plus Untold Biography Facts -Significato di BATIGOL Nickname

B è per BRAVERY - qualcosa che Batistuta ha in abbondanza. Tendinite o no, l'omone aveva giocato per anni con antidolorifici nonostante il dolore al ginocchio destro, semplicemente perché la sua squadra aveva bisogno di lui.

A è per ARGENTINA - La nazione d'origine di Batistuta. Nato a Reconquista, Santa Fe, ha capitanato la nazionale ed è ora il capocannoniere nella storia dell'Argentina.

T è per THIRTY-TWO - L'età di Batistuta. Ormai al tramonto della sua carriera, è comunque ancora uno degli attaccanti più pericolosi della Serie A.

Sono per ICON - che è quello che è Batistuta, una vera e propria icona del calcio. Un eroe in Argentina, le sue imprese da gol hanno eclissato le leggende Diego Maradona e Alfredo di Stefano.

G è per OBIETTIVI - la cosa che Batistuta offre meglio. Nonostante un infortunio al ginocchio, ha comunque segnato 18 gol con la Roma in questa stagione. Ha anche segnato 207 gol in 332 presenze con la Fiorentina e 54 in 74 con l'Argentina.

O è per OLYMPIC STADIUM - altrimenti noto come Stadio Olimpico, lo stadio di casa della Roma, dove Batistuta potrebbe finalmente ottenere lo sfuggente titolo di Serie A che merita così tanto.

L è per LOYALTY - questo è, in fondo, l'uomo che rimase alla Fiorentina per nove anni, anche quando il club fu retrocesso nel 1993, e pianse dopo aver segnato contro il club con la maglia della Roma.

Gabriel Batistuta Childhood Story Plus Untold Biography Facts -Religione e tribù?

"Gabriel" è la versione cristiana di un nome islamico "Cebrail". (il nome di un angelo o di un santo a seconda della religione in cui credi) - non c'è un segno chiaro sul suo nome.

"Omar" (il suo secondo nome) è un nome islamico, certo. "Batistuta" (il suo cognome): Non abbiamo idea di cosa significhi. Probabilmente un nome latino o di battesimo.

Beh, probabilmente hai capito cosa ti chiederò. Gabriel Omar Batistuta ha anche un'ancora / background islamico? .. La risposta è "SI".

Alcune note sull'Argentina con un esempio: conosci il soprannome del presidente dell'Argentina. Si chiama "El Turco". In realtà, non è un turco, ma aveva un'ancora egiziana che viaggiò in Sud America alcuni secoli fa (circa 4-5 secoli fa). A quel tempo, l'Egitto era proprio come uno stato dell'Impero Ottomano che era un misto di turchi, egiziani, algerini, alcuni altri paesi arabi e alcuni paesi balcanici.

Torna al nome "Omar". Questo è un nome islamico (o per meglio dire, un nome arabo. Inoltre, non è un nome turco). Tuttavia, gli ottomani avevano usato nomi islamici (arabi), quindi anche Omar (o Omer) è un nome ottomano.

Quindi, vi invito a rendervi conto della somiglianza tra il presidente dell'Argentina e Gabriel Omar Batistuta e sostengo che Gabriel Omar Batistuta ha un'ancora (forse la metà) dagli ottomani. Ciò significa che il suo presentatore era, forse, un turco, forse un arabo dall'Egitto, forse dalla Siria, forse da un paese balcanico, forse dall'Algeria. L'Algeria suona bene perché anche Zidane era per metà algerino

Gabriel Batistuta Childhood Story Plus Untold Biography Facts -Accolade internazionale

A livello internazionale, è il miglior marcatore dell'Argentina di tutti i tempi. Ha giocato a tre coppe del mondo. Nel 1999, Batistuta è stato terzo nei premi FIFA World Player of the Year. Nel 2004 è stato nominato nella lista FIFA 100 dei 125 migliori calciatori viventi.

Con un gioco a tutto tondo con abilità di rifinitura clinica, intestazione e calcio di punizione, è conosciuto come uno degli attaccanti più completi della sua generazione. Diego Maradona ha dichiarato che Batistuta è il miglior attaccante che abbia mai visto giocare.

Gabriel Batistuta - The Goal Warrior argentino.
Gabriel Batistuta - The Goal Warrior argentino.

Nella Coppa del Mondo 1998, Batistuta ha registrato la sua seconda tripletta nella competizione internazionale, rendendolo l'unico giocatore in assoluto a raggiungere questa impresa. Tuttavia, non è stato sufficiente perché l'Argentina è stata eliminata dai Paesi Bassi nei quarti di finale.

Batistuta ha annunciato che la Coppa del Mondo 2002 sarebbe stata la sua ultima competizione internazionale, fornendo all'Argentina una spinta emotiva. All'inizio del torneo, la squadra si è sentita molto bene riguardo alle sue possibilità di vincere. Ancora una volta, è venuto meno. Trovandosi nel file "Gruppo di morte", La Albicelesteè stato eliminato dal torneo nel round di apertura per la prima volta da 1962. Il suo ultimo gol in assoluto per l'Argentina ha segnato contro la Nigeria su 2nd June 2002.

Gabriel Batistuta, ultimo gol contro la Nigeria.
Gabriel Batistuta, ultimo gol contro la Nigeria.

Batistuta ha concluso la sua carriera internazionale con obiettivi 56 record solo in apparizioni 78, un numero che potrebbe non essere mai superato.

Gabriel Batistuta Childhood Story Plus Untold Biography Facts -Carriera del club in sintesi

La carriera professionale di Batistuta iniziò lentamente. Dopo una stagione deludente con Newell, si è trasferito al River Plate. Lì, le sue lotte continuarono mentre riusciva a trovare il retro della rete solo 3 volte nelle apparizioni 19.

Le cose iniziarono a gelificare per Batistuta nella sua prossima fermata con Boca Juniors. Il club lo ha reso il punto focale del suo attacco e ha risposto segnando gol 13 e aiutando il Boca a vincere il campionato. La sua forma impressionante ha ottenuto un trasferimento nella squadra italiana Fiorentina in 1991. Le esibizioni di Batistuta con La Viola avrebbe cementato la sua eredità come uno dei più grandi giocatori per sempre grazia al campo.

Successivamente è stato trasferito alla Roma e ha firmato un contratto di 3 anni. La quota pagata per Batistuta rimane la quota più alta mai pagata per un giocatore di età superiore ai 30 anni.

 Nella sua prima stagione con la Roma, ha licenziato il club alla sua prima vittoria in scudetto dal 1983, segnando 20 gol in 28 presenze. La stagione successiva con la Roma, cambia il numero di maglia da 18 a 20 in riferimento al numero di gol segnati durante la stagione scudetto. È stato inserito nella Hall of Fame dell'AS Roma.

Dopo le stagioni 3 a Roma, è stato prestato all'Inter, quindi ha lasciato l'Italia per unirsi ad Al Arabi in Qatar prima di andare in pensione. In Qatar, ha battuto il record per la maggior parte dei gol segnati in una stagione con 25, un record che in precedenza era detenuto dalla leggenda del Qatar Mansour Muftah.

In tutto Batistuta è l'undicesimo capocannoniere nella storia della Serie A con 184 gol in 318 partite con Roma, Fiorentina e Inter.

Ha fatto apparizioni in carriera 516, segnando goal 300, incluso 207 per la Fiorentina durante un periodo di nove anni a Firenze.

Gabriel Batistuta Childhood Story Plus Untold Biography Facts -Richiesta di amputazione della gamba

La leggenda argentina Gabriel Batistuta chiese a un medico di amputargli le gambe a causa del dolore lancinante che sentiva dopo essersi ritirato in 2005. L'ex attaccante, che ha pareggiato 56 volte con i cappellini internazionali 78 e le difese terrorizzate in Serie A per anni, ha sofferto terribilmente per lo stress che aveva messo nel suo corpo durante la carriera di 17-year.

Perché Gabriel Batistuta ha implorato l'amputazione della gamba.
Perché Gabriel Batistuta ha implorato l'amputazione della gamba.

Batistuta, che ha pareggiato un rigore contro l'Inghilterra alla Coppa del Mondo 1998, non è stato in grado di camminare e avrebbe bagnato il letto perché non poteva affrontare trascinandosi in bagno.

Gabriel Batistuta Childhood Story Plus Untold Biography Facts -Dopo la pensione

Dopo essersi ritirato, si è trasferito a Perth, in Australia e in seguito è tornato in Argentina in 2007 per avviare una società di costruzioni. Nonostante abbia guadagnato i distintivi di allenatore in Argentina, attualmente non ha alcun coinvolgimento con il calcio. Invece, preferisce giocare a polo.

Ha molti cavalli che tiene nella sua fattoria che possiede con suo padre. Batistuta è anche noto per allevare il bestiame. Oltre a Polo, gioca anche a golf. Una volta fu citato come dicendo: "Non mi piace il calcio, era solo il mio lavoro."

Gabriel Batistuta Childhood Story Plus Untold Biography Facts -Tra i calciatori più belli

Batigol è stato uno dei più grandi attaccanti nella storia di questo sport ... e anche il preferito dalle donne. Non ha mai mostrato alcun interesse particolare in una carriera di moda, ma la sua bella rockstar sembra affascinata ed eccitata dai suoi fan di tutto il mondo, che gli hanno dedicato una pagina dopo l'altra sul Web.

Gabriel Omar Batistuta- Il calciatore più bello di sempre.
Gabriel Omar Batistuta- Il calciatore più bello di sempre.

Alla fine, ha ceduto alle continue richieste della sua attenzione e ha prestato un piccolo pezzettino di se stesso all'industria della moda quando ha brevemente fatto pubblicità agli occhiali Sting negli 90.

Le donne lo amavano anche nel fiore degli anni, poiché era considerato uno dei giocatori di calcio più belli della sua generazione. È stato visto dietro a molti spot argentini anche dopo il pensionamento.

Gabriel Batistuta Childhood Story Plus Untold Biography Facts -Una leggenda a Firenze

Quando la Fiorentina fu retrocessa in serie B in 1993, Batistuta rimase con il club e lo aiutò a tornare alla massima serie italiana un anno dopo. Una leggenda a Firenze, i fan della Fiorentina hanno eretto una sua statua in bronzo a grandezza naturale in 1996.

In tutte le competizioni con la Fiorentina, Batistuta ha segnato un totale di goal 207 in apparizioni 333-una vescica . Obiettivi 62 per aspetto. Inoltre, ha segnato un gol 26 in 1995 e ha aiutato la Fiorentina a vincere la Coppa Italia e la Supercoppa in 1996.

Gabriel Batistuta Childhood Story Plus Untold Biography Facts -Q e A proposito del suo Post Playing Life

Queste sono le domande e risposte di Batistuta World Soccer. 

World Soccer: non ti abbiamo visto in Europa per un po ', Gabriel ...
Gabriel Batistuta: Io non chiamo giornalisti quando vengo in Europa! In Italia si lamentano che non visito, ma ho una casa a Firenze che visito tre o quattro volte all'anno. Io proprio non chiamare in anticipo!

Quindi la vita è buona lontano dal calcio?
Non posso lamentarmi.

Guardi molto calcio? 
Guardo più partite ora rispetto a quando stavo giocando. Vado allo stadio quando posso, ma guardo anche molti giochi in TV. In questo momento della mia vita sto ancora riposando dalla pressione dell'anno 20 che ho attraversato.

Hai in programma di tornare al calcio ad un certo punto?
Ho il mio diploma di coaching ma il mio piano, se tornerò al calcio, sarebbe come un manager di squadra, non come l'allenatore.

È perché il coaching è troppo stressante?
In tutto il mondo è lo stesso. Sfortunatamente la professione di coaching è molto breve, indipendentemente dal fatto che vinca o meno. E non ne sono molto entusiasta!

Hai un favorito per la Coppa del Mondo, oltre all'Argentina? 
Il Brasile deve essere preferito. La Spagna ha giocato bene. L'Argentina ha buone possibilità perché ha un sacco di buoni giocatori e un allenatore che ha vinto molte volte e può trasmettere la sua mentalità vincente ai giocatori.

Diego Maradona è stato criticato per aver cambiato molto la squadra nelle qualificazioni. La Coppa del Mondo potrebbe essere diversa, perché non può modificare la sua squadra di 23?
La differenza sarà che può lavorare con gli stessi giocatori per un mese prima, e tutto dipende da come si sentono i giocatori quando arrivano alla Coppa del Mondo.

Hai suonato con Maradona in 1994. Era la personalità più forte della squadra? 
No, tutti abbiamo avuto personalità forti. Volevamo tutti il ​​meglio per la squadra. Quindi lasciamo che le persone parlino nello spogliatoio e si assicurino che siamo stati tutti ascoltati. Maradona non ha fatto eccezione.

1998 è stato, quando hai raggiunto i quarti di finale, un torneo migliore per te?
Nessuno dei tre Mondiali in cui ho giocato è stato buono per me perché non abbiamo vinto. Per noi argentini è stato lo stesso tornare dopo tre partite o cinque partite.

Perché hai concluso la tua carriera in Qatar? Avresti potuto spostarti ovunque.
Ero alla fine della mia carriera professionale. Volevo un'altra esperienza, volevo conoscere un'altra cultura. Se fossi andato in Spagna o in Inghilterra sarebbe stato qualcosa di molto simile a quello che avevo già sperimentato.

Cosa c'era di diverso nello stile di vita. Era qualcosa di difficile?
No, mi sono sentito a mio agio fin dall'inizio. Sono andato con mia moglie e i miei figli. Abbiamo trovato scuole di alto livello. Gli ospedali erano di alto livello. Il mio quarto figlio è nato lì e volevo che fosse nato lì. Questo è stato un fattore nel mio soggiorno per due anni.

E ora sei coinvolto nell'offerta per la Coppa del Mondo 2022 in Qatar. 
I miei due anni vissuti lì sono stati un'esperienza meravigliosa per me e la mia famiglia. Ho smesso di giocare perché avevo problemi alle caviglie, ma il tempo trascorso lì era sempre nella mia mente. È stato un piacere essere contattato dal Qatar perché significa che devo aver lasciato un'impressione positiva lì.

Una Coppa del Mondo in Qatar sarebbe un torneo molto diverso. Tendiamo a pensare alle finali della Coppa del Mondo in famose città calcistiche come Buenos Aires o Roma.

Il motto della FIFA è il calcio per tutti. Non abbiamo mai avuto una Coppa del Mondo in Medio Oriente. Negli ultimi anni, il mondo arabo si è aperto. Abbiamo la possibilità per la FIFA di offrire al mondo arabo questa opportunità.

Come sono le condizioni di gioco? Le persone sono preoccupate per le temperature. 
Ho suonato lì per due anni. Faceva caldo ma puoi suonare perfettamente bene. Ora stanno lavorando ad un sistema di raffreddamento allo stadio Al Sadd dove la tecnologia consente alla temperatura all'interno dello stadio di essere 20 quando è 30 o 40 all'esterno.

Cosa ne pensi della pallamano Thierry Henry?
Quando sei in campo, le cose accadono e non sai quale sarà la reazione. Forse non sapeva cosa ha fatto.

Quindi l'azione di Henry era istintiva? 
Certamente. Ma la FIFA dovrebbe accettare l'aiuto della tecnologia. Non vedo perché il calcio non dovrebbe aprire le sue porte alla nuova tecnologia.

Ci sono stati momenti nella tua carriera in cui i replay televisivi ti avrebbero aiutato?
Certamente. C'è il sospetto sugli arbitri. La gente pensa come può l'arbitro non vedere le cose che si vedono in TV? I replay aiuterebbero ad eliminare ogni sospetto.

Lionel Messi ha giocato per la tua vecchia squadra, Newell's Old Boys, ma è andato in Europa da giovanissimo. Sei andato in Italia in età molto avanzata. Al giorno d'oggi i giocatori vanno in Europa troppo presto?
Sì. Quando ho iniziato a suonare, ero 18 anni. quando Messi era 18 che aveva vinto trofei con il Barcellona. Questi sono i due estremi. Ho iniziato tardi, ha iniziato molto giovane. La verità è da qualche parte nel mezzo.

C'è stata molta pressione Messi sin dalla più tenera età. Sei riuscito a crescere più lentamente. 
I giocatori sudamericani crescono rapidamente, da un punto di vista sportivo, ma mentalmente non sono ben preparati. È difficile vedere un giocatore spagnolo, italiano o inglese nella massima divisione quando è 18. In Argentina, quando sei 18, hai già giocato in uno o due campionati. I club hanno bisogno di vendere, quindi vendono un giocatore 20-year perché un altro è dietro.

Sottoscrivi
Notifica
1 Commento
Nuovi Arrivi
il più vecchio I più votati
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
2 mesi fa

Merci vivement pour cette semaine formations bien détaillés, ça fait longtemps que je ai en vie de savoir plus pour mon meilleur footballeur au monde omar Gabriel batistuta. Et comme nous les marocains, nous sommes intéressés par sa origine islamique depuis longtemps et voilà merci de bien nous informer de votre part cher

Avec mes remerciements. Bahia du maroc